Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:35 METEO:PISA12°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 18 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Attualità lunedì 01 novembre 2021 ore 06:30

Un prezioso dono per Neuropsichiatria infantile

L'ospedale Stella Maris a Calambrone

Al reparto dell'ospedale di Calambrone l'associazione Amici della Stella Maris ha donato uno stabilizzatore per i pazienti con difficoltà motorie



PISA — Uno stabilizzatore elettrico che consentirà ai pazienti con difficoltà motoria non solo una statica eretta ma anche di sollevarsi, facilitando la movimentazione da parte degli operatori sanitari. E’ l’attrezzatura donata dall’Associazione Amici della Fondazione Stella Maris all’Unità operativa 1 dell'Istituto scientifico di Calambrone, grazie alla raccolta fondi “Io Dono” portata avanti dalla ex dipendente Marta Cecchi, che con impegno ha raccolto oltre 5 mila euro.

Lo stabilizzatore, acquistato da una azienda specializzata nel settore dei dispositivi medici, è di grande utilità. “Nei pazienti affetti da patologie del Sistema nervoso centrale o da patologie neuromuscolari l’esercizio della statica eretta è importante per promuovere l’allineamento posturale – hanno spiegato dall’Unità operativa 1 dell'ospedale Stella Maris di Calambrone -, per contenere l’avanzamento di eventuali retrazioni o di scoliosi, per il mantenimento della mineralizzazione ossea e per favorire la respirazione, la circolazione e la peristalsi intestinale". 

"Inoltre - è stato sottolineato -, la possibilità di mantenere la statica eretta favorisce l’interazione sociale promuovendo un migliore sviluppo emotivo-affettivo. Gli stabilizzatori, utilizzati nei pazienti che non mantengono autonomamente la postura eretta, permettono il mantenimento della statica per tempi lunghi riducendo l’affaticabilità, inoltre la presenza di tavoli anteriori da lavoro permettono l’uso degli arti superiori anche in statica eretta. Se utilizzati correttamente e per tempi sufficientemente lunghi effettuano uno stretching efficace e continuativo a livello degli arti inferiori”.

Nel caso specifico la scelta dello stabilizzatore elettrico è caduto sul modello Struzzo. “Per le proprie caratteristiche tecniche – è stato spiegato -, questo stabilizzatore è stato pensato, non solo per permettere il mantenimento della statica eretta ma anche per sollevare il paziente, quindi facilitare i trasferimenti al caregiver, e muoversi in ambienti interni in autonomia tramite un joystick. Una volta che la posizione eretta è stata raggiunta, è possibile svolgere molte attività quotidiane e diventa facile raggiungere ed utilizzare piani di lavoro. Utilizzato soprattutto negli spazi interni, offre al bambino e al ragazzo un’alternativa alla carrozzina con la possibilità di interagire con gli altri e allo stesso tempo prevenire le retrazioni muscolo scheletriche”.

L'Irccs Fondazione Stella Maris ringrazia l’Associazione Amici della Fondazione Stella Maris, Marta Cecchi e tutti i suoi soci per questo importante dono.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le positività tracciate nelle ultime 24 ore fanno salire a 67830 quelle accertate in provincia da inizio epidemia. Altri 3 decessi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Attualità