Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:10 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità martedì 27 gennaio 2015 ore 15:05

Pizza bene dell'umanità, anche per l'Ac Pisa 1909

I giocatori scendono in campo per difenderla dalle imitazioni e firmano la petizione per inserirla tra i patrimoni immateriali dell'umanità



PISA — Pizza bene dell’umanità. I giocatori dell’Ac Pisa 1909 scendono in campo per difendere dalle imitazioni la vera pizza italiana. Obiettivo, della petizione sostenuta da Coldiretti, inserire l’amatissima pizza nella lista dell’Unesco dei patrimoni immateriali dell’umanità

Un’azione di tutela, in difesa di uno dei più importanti brand del Made in Italy, purtroppo anche tra i più imitati. "Almeno due pizze su tre -fa sapere Coldiretti- sono infatti preparate con ingredienti stranieri. Sulla pizza simbolo tricolore finiscono mozzarelle ottenute non dal latte, ma da semilavorati industriali, le cosiddette cagliate, provenienti dall'est Europa, pomodoro cinese o americano invece di quello nostrano, olio di oliva tunisino e spagnolo o addirittura olio di semi al posto dell'extravergine italiano e farina francese, tedesca o ucraina che sostituisce quella ottenuta dal grano nazionale. E così non va bene".

E’ stato il capitano della squadra cittadina, Stefano Morrone il primo firmatario dell’iniziativa promossa daGiovani Impresa Coldiretti. Ad accogliere la squadra al campo sportivo del Cus Pisa c’erano i giovani imprenditori del territorio arrivati fino a bordo campo per chiedere di sostenere l’iniziativa lanciata sulla piattaforma Change.org insieme all'Associazione Pizzaiuoli Napoletani e alla fondazione UniVerde. 

Rachid Arma,Giuseppe Giovinco, Moreno Beretta, Paolo Rozzio,Francesco Finocchio, Andrea Lisuzzo, Andrea Arrighini,Roberto Floriano, Gianvito Misuraca, Massimo Paci, Matteo Mandorlini, Manuel Iori, Filippo Costa, Luca Ricciardi, Eros Pellegrini e Simone Sini non ci hanno pensato due volte a seguire – anche in questa “partita” - il capitano dei nerazzurri firmando la petizione. 

“Abbiamo già raccolto tantissime firme in queste settimane – spiega Iacopo Gallini, Delegato Interprovinciale Giovani Impresa Coldiretti – da tifosi della squadra della nostra città siamo molto felici del sostegno che è arrivato dalla società e dalla squadra”.

La petizione punta a garantire pizze realizzate a regola d'arte con prodotti genuini e provenienti esclusivamente dall'agricoltura italiana combattendo al contempo il vergognoso fenomeno dell’ l’agropirateria internazionale. La petizione – fa sapere Coldiretti – potrà essere firmata ancora, in questi giorni, durante gli appuntamenti settimanali con i mercati di Campagna Amica

Coldiretti è, dall’inizio di questa stagione sportiva, sponsor dei neroazzurri. Oltre a sostenere da vicino la squadra da “tifosa”, la principale organizzazione agricola mette a disposizione della prima squadra, ogni settimana, frutta di stagione locale. “Attraverso lo sport più popolare ed amato, e la squadra cittadina vogliamo incentivare il consumo di frutta di stagione e fresca ed i suoi benefici per l’organismo, ma anche – conclude Fabrizio Filippi, presidente provinciale Coldiretti – raccontare il nostro progetto di vendita diretta che mette al centro le aziende agricole locali ed il consumatore”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca