Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:40 METEO:PISA18°31°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Politica martedì 30 luglio 2019 ore 09:53

RetiAmbiente, Cascina prepara esposto in Procura

Dario Rollo

"Il cda ha utilizzato risorse pubbliche e continua ad agire senza rispettare le regole", spiega il vicesindaco di Cascina Dario Rollo



CASCINA — "Il Cda di RetiAmbiente spa, società inattiva dal 2011 ma che ha utilizzato risorse pubbliche in tutti questi anni, continua ancora ad agire senza rispettare le regole".

A dirlo il vicesindaco ( e sindaco reggente di Cascina ) Dario Rollo. 

"Lo scorso 9 maggio - scrive in una nota - l’assemblea straordinaria dei soci ha approvato delle modifiche sostanziali dello statuto societario, nonostante l’intervento di Cascina che ha ribadito la necessità, prima del voto in quella sede, di far deliberare i rispettivi consigli comunali dei vari comuni soci e far esprimere i consiglieri per una modifica importante come quella presentata e come indicato negli stessi atti di indirizzo approvati nell’assemblea precedente". 

"Il Presidente Fortini - continua Rollo - ha invece ribadito che vari professionisti hanno dato parere positivo circa la possibilità di deliberare senza il preventivo “passaggio” in Consiglio Comunale, non mettendo però a disposizione dei soci, in quella sede, alcun parere formale. Nello stesso verbale di assemblea redatto da un notaio, si riportava l’esistenza dei pareri e della disponibilità di copia e visione a tutti gli interessati". 

"Il socio comune di Cascina - racconta ancora il vicesindaco - pertanto chiedeva copia dei documenti dei professionisti in data 31 maggio, diffidava una prima volta in data 29 giugno ed una seconda in data 17 luglio. L’ultima missiva si inviava nuovamente per conoscenza all’ATO Toscana Costa e al Collegio dei Sindaci Revisori, e si aggiungeva anche il Prefetto di Pisa, la Regione Toscana nella persona del Governatore e tutti i Presidente dei gruppi consiliari regionali. A tutt’oggi, l’Ente non ha ricevuto nessuna comunicazione né risultano essere state prese azioni nei confronti del management societario". 

"Quello che sta succedendo in RetiAmbiente ha dell’incredibile e mi meraviglio come mai gli organi di controllo tacciono" – continua Rollo. "Comincio anche a pensare che alcune criticità che si riscontrano sul territorio cascinese nello svolgimento del servizio di raccolta rifiuti e igiene urbana da parte di Geofor spa, società controllata per intero da RetiAmbiente e in cui risulta presidente sempre lo stesso Fortini (controllore e controllato stessa persona), non avvengono per caso. A questo punto non resta che presentare esposto in Procura denunciando le omissioni da parte degli organi amministrativi della società. Mi auguro che l’intervento della Magistratura serva a dare la possibilità ai comuni soci interessati di leggere i documenti richiamati più volte dal Cda e conoscere le interpretazioni normative dei professionisti che hanno espresso la possibilità di proseguire nelle modifiche statutarie non concedendo ai consiglieri comunali, regolarmente eletti ed espressione dei territori, di esprimersi su una questione di fondamentale importanza quale quella della gestione dei rifiuti." 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna viaggiava in sella ad uno scooter quando si è scontrata con un'auto all'altezza di Madonna dell'Acqua. Intervenuta la Misericordia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità