Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:PISA17°24°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 19 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Carpi, tromba d'aria si abbatte sull'aeroporto: aerei ultraleggeri distrutti

Attualità martedì 14 settembre 2021 ore 17:15

Il ritorno tra i banchi degli studenti pisani

Prima campanella dopo le vacanze estive, ma l'emergenza Covid fa sentire l'esigenza di nuovi spazi. L'augurio del sindaco agli studenti



PISA — Dopo due anni scolastici segnati dalla pandemia e dalle restrizioni legate all'emergenza sanitaria Covid-19, domani per migliaia di studenti sarà il giorno della prima campanella dopo le vacanze estive. Un'emergenza che ha fatto sentire ancora di più l'esigenza di nuovi spazi. A questo proposito la Provincia ha pubblicato un avviso per la ricerca, a Pisa, di immobili da destinare all'attività didattica degli istituti scolastici di istruzione secondaria superiore, con l'obiettivo di mettere a punto 68 nuove aule.

Alcuni giorni fa il presidente della Provincia Massimiliano Angori ha fatto il punto sulla situazione all'avvio dell'anno scolastico.  Per quanto riguarda il liceo Dini, oltre alle 4 già garantite dallo scorso anno, riceverà un'altra aula dal Galilei Pacinotti. Il Carducci ha a disposizione la palazzina degli ex aeronautici mentre le officine Garibaldi consentiranno di ricavare da subito tre aule per il Buonarroti

Questo l'augurio del sindaco Michele Conti alla vigilia del nuovo anno scolastico: "Rivolgo a tutta la comunità scolastica della nostra città un caloroso augurio di buon lavoro nella giornata nella quale finalmente si può tornare a fare scuola in presenza. Per tante bambine e bambini sarà il primo giorno di scuola, una data difficile da dimenticare anche negli anni della maturità. Ma per i più grandi sarà comunque una data significativa e, sono sicuro, lo sarà anche per il personale docente e non docente, come per le famiglie.

La riapertura delle scuole, di ogni ordine e grado, nella nostra città è sempre stata vissuta come una festa, un momento gioioso per salutare un nuovo inizio e accogliere i tanti studenti delle superiori che arrivano a Pisa. Ma quest’anno la giornata avrà una duplice valenza e per alcuni versi la possiamo considerare storica e, voglio sperarlo, irripetibile. Il ritorno in presenza è un fatto importante e mi auguro superi finalmente e definitivamente le chiusure forzate a causa della pandemia a cui siamo stati abituati nei due anni scolastici precedenti.

Hanno scritto gli esperti che in questo periodo si sono ampliati i divari di conoscenza e le diseguaglianze di apprendimento perché la scuola non ha potuto svolgere al meglio il proprio compito. In questo periodo, come Comune non siamo stati fermi e mi auguro che si potranno vedere gli sforzi e gli investimenti fatti in molti degli edifici scolastici di competenza, dagli asili nido alle scuole materne, alle primarie e secondarie di primo grado, proprio per assicurare le migliori condizioni per l’apprendimento e l’insegnamento. Ogni anno investiamo molte risorse nella convinzione che un edificio scolastico sicuro, efficiente e anche bello può meglio garantire quella avventura del sapere che è il percorso scolastico di ogni studente. Ma non è questo il luogo per tracciare bilanci, ci sarà il tempo e l’occasione. Per oggi mi preme nuovamente fare a tutti un grande in bocca al lupo per l’anno scolastico che sta iniziando".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Coinvolte più di cento persone tra vigili del fuoco e protezione civile comunale, con le associazioni di volontariato, all'aeroporto Galileo Galilei
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca