QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 23°29° 
Domani 23°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 18 luglio 2019

Attualità sabato 17 novembre 2018 ore 13:22

​150mila euro per i laghetti di Campo

E' la cifra che Provincia e Comune hanno ottenuto per la riqualificazione dell'area ex cava Donati. L’assessora Vanni:“Sinergia fra enti fondamentale”



SAN GIULIANO TERME — Ammonta a circa 150mila euro la cifra che Provincia di Pisa e Comune di San Giuliano Terme hanno ottenuto per la riqualificazione dell’area ex cava Donati, nella zona dei laghetti di Campo. Un intervento che è stato possibile sbloccare dopo un lungo percorso, che ha avuto inizio con il Progetto di Territorio “Sistema fluviale dell’Arno” e con un Accordo siglato nel 2014 tra Regione Toscana e le province di Pisa, Arezzo e Firenze per la realizzazione di una serie di interventi per la riqualificazione delle aree di pertinenza fluviale. È di pochi giorni fa la sottoscrizione di un nuovo accordo tra la Regione Toscana, la Provincia di Pisa. Grazie all’azione dell’amministrazione e alla sinergia di questa con Provincia e Regione riprende vita un progetto rimasto in stand-by.

“Sono serviti quasi due anni di lavoro – commenta l’assessora all’ambiente, Daniela Vanni – ma si tratta di una storia a lieto fine: un successo dovuto alla perseveranza dell’Amministrazione, alla sinergia tra enti e alla grande professionalità dei tecnici del Settore Pianificazione Strategica della Provincia di Pisa e del Settore Agricoltura della Regione Toscana. Alla luce delle nuove risorse recuperate, il Progetto “Sistema Fluviale dell’Arno” prevede la realizzazione di interventi importanti per il recupero ambientale e funzionale dell’area naturalistica del lago ovest di Campo. Tra questi, la ricostruzione dello chalet distrutto da un incendio doloso nel 2017, la sistemazione della strada di accesso tra i due laghi, l’installazione di un sistema di videosorveglianza dell’area e di sbarre per limitare accesso dei veicoli a motore, il ripristino del fondo del percorso ciclopedonale, la realizzazione di postazioni di birdwatching, la sistemazione del pontile e l’installazione di arredi (tavoli e panchine) per rendere più confortevole per le persone il soggiorno in questo splendido luogo ormai riconquistato dalla natura”.

“Si tratta di un ulteriore passo verso il recupero totale – conclude il sindaco Sergio Di Maio –. Abbiamo dimostrato che, come amministrazione, siamo in grado di portare avanti le cose che iniziamo, anche se questo può voler dire, spesso, lavorare sottotraccia, in maniera non appariscente. Ma è meglio lavorare in silenzio ed essere credibili che passare il proprio tempo a dichiarare. Quindi ringrazio l’assessora Vanni, la Provincia di Pisa e la Regione per l’impegno congiunto”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità