Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:PISA21°27°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 06 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccini, Speranza: «Unico strumento per chiudere questa stagione difficile»

Attualità venerdì 26 marzo 2021 ore 14:34

Due pannelli luminosi per dare informazioni

Sono stati posizionati sulla provinciale Arnaccio Calci, per chi arriva da Caprona, e sulla provinciale del Lungomonte, per chi arriva da San Giuliano



CALCI — Due pannelli luminosi informativi sono stati installati sulle due arterie principali della Valgraziosa: Uno visibile per coloro che arrivano sulla strada provinciale Arnaccio Calci da Caprona direzione Ponte dello Zucchini, l’altro lungo via provinciale del Lungomonte pisano per coloro che transitano dalla frazione de La Gabella in direzione del centro di Calci. La loro installazione è costata al Comune 17.500 euro, n larga parte coperti con risorse vincolate alla sicurezza stradale.

L'obiettivo, hanno spiegato dall'amministrazione comunale, è "far circolare capillarmente informazioni di pubblica utilità, dalla chiusura delle strade, ad informazioni di pericolo o di urgenza, all’apertura di un mercato straordinario o persino di un evento paesano passando per comunicazioni di elevata importanza in situazioni di emergenza quali operazioni della Protezione Civile, allerte meteo o eventi straordinari quali, per fare un esempio, l’incendio del 2018".

Attualmente sugli schermi dei pannelli si può leggere un’informazione provvisoria in quanto sono in corso verifiche tecniche e informatiche in attesa della comunicazione definitiva dell’amministrazione comunale che informerà i cittadini non appena i pannelli entreranno regolarmente e pienamente in funzione. I due pannelli saranno attivi giorno e notte, e potranno trasmettere scritte e immagini, grazie alla tecnologia al led la loro luce sarà calibrata e uniformata a seconda dell’intensità o dell’assenza della luce del sole e contribuiranno a implementare la diffusione di informazioni che, in questo modo, saranno veicolate non solo ai residenti ma anche a coloro che transitano dalle arterie stradali di accesso al paese, a turisti e visitatori, categorie di persone non iscritte ai canali di comunicazione istituzionale dell’ente.

“Abbiamo deciso di fare questo importante investimento non solo per favorire una migliore e sicura fruizione del nostro territorio - ha sottolineato l’assessore alla Protezione Civile Giovanni Sandroni - ma anche e soprattutto, memori dell’incendio del 2018 e delle criticità del nostro territorio, per potenziare una rapida, veloce, immediata informazione in tutte quelle circostanze, specie le emergenze di Protezione Civile con tutte le conseguenze ad esse connesse, dove è essenziale disseminare nel modo più visibilmente immediato possibile le informazioni. Grazie a questi due strumenti possiamo intercettare anche coloro che transitano sul nostro territorio e i passanti che potranno ricevere puntualmente comunicazioni di pubblica utilità”.

“Attualmente stiamo installando e accendendo le nuove schermate e sono dunque in corso prove tecniche finalizzate ad un prossimo definitivo e completo funzionamento dei pannelli che, una volta ultimati, consentiranno di gestire perfino da remoto messaggi anche diversificati per i due pannelli. L’informazione corretta e tempestiva a tutti coloro che gravitano sul nostro territorio (basta pensare agli escursionisti, agli sportivi, ai bikers o ai cacciatori che frequentano il Monte), in primis ai nostri cittadini, e poi ai turisti (musei, Certosa, strutture ricettive) che speriamo di poter riaccogliere presto, è un punto centrale di questi ultimi anni di amministrazione. Sono molte le azioni che abbiamo intrapreso in questa direzione per fare in modo che i nostri cittadini e visitatori abbiano diverso modo per essere informati e quindi più in sicurezza”.

Infine le parole dell'assessore e del sindaco che stigmatizzano le polemiche della minoranza su questo investimento: "Non si scherza sulla sicurezza. Credevamo che l'incendio del Monte Pisano o l'attuale pandemia avessero insegnato a tutti quanto è fondamentale la tempestiva e capillare informazione. La sicurezza di cittadini e dei fruitori del territorio è una nostra assoluta priorità: fa specie constatare che la minoranza ne sottovaluti l'importanza".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vittima della rapina una donna di 30 anni che dopo l'episodio è stata trasportata al pronto soccorso per le ferite riportate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Attualità