Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:40 METEO:PISA8°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 08 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Germania, la standing ovation per Angela Merkel in parlamento

Attualità lunedì 26 gennaio 2015 ore 14:35

Chirurgia resettiva epatica, Aoup in prima linea

Piero Buccianti

Al congresso dell’Ewalt, presentato innovativo intervento per la resezione di metastasi epatiche in pazienti fino a poco tempo fa ritenuti inoperabili



PISA — La Chirurgia generale dell’Aoup diretta da Piero Buccianti è stata protagonista al recente congresso dell’Ewalt (Eastern western association for liver tumors) che si è svolto a Milano dove, di fronte ai maggiori esponenti della chirurgia epatica mondiale, Lucio Urbani ha presentato il nuovo intervento di chirurgia resettiva epatica per il trattamento delle metastasi epatiche da colon-retto localizzate alla confluenza epatocavale: la cosiddetta “epatectomia minore-ma-complessa”.

Questo nuovo intervento, che consente di trasformare una epatectomia maggiore in minore e di operare pazienti potenzialmente inoperabili, è stato interamente messo a punto nelle sale operatorie della Chirurgia generale dell’Aoup ed è il risultato dell’interazione del dottor Urbani con il professor Guido Torzilli, attualmente il maggior esponente al mondo della chirurgia parenchymal-sparing.

Al successo dell’epatectomia “minore-ma-complessa” hanno contribuito tutti i servizi che afferiscono alla Chirurgia generale: la Sezione dipartimentale Ospedale senza dolore diretta da Adriana Paolicchi, l’Unità operativa di anestesia e rianimazione 4 diretta da Francesco Giunta, il Dipartimento di Radiodiagnostica e medicina nucleare diretto dal professor Carlo Bartolozzi e l’Unità operativa di Radiodiagnostica II diretta dal dottor Fabio Falaschi

Un ruolo importante l'ha avuto anche l’Oncologia 2 diretta da Alfredo Falcone per la selezione ed il follow-up dei pazienti. Senza dimenticare la preziosa collaborazione dell’Unità operativa di Malattie infettive con il suo laboratorio e del Centro trasfusionale, che è sempre riuscito a fornire la disponibilità del sangue anche in questo periodo di difficoltà.

Nella giornata dedicata al colangiocarcinoma è stato inoltre presentato il video del primo caso al mondo di ricostruzione della vena sovraepatica mediana mediante l’utilizzo della parete di una cisti renale. In questo modo è stato possibile eseguire un’epatectomia minore-ma-complessa in un paziente precedentemente escluso dalla terapia resettiva


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un malore improvviso ha strappato ai suoi cari la donna. Dalla Scuola Mondo l'hanno ricordata come "una persona generosa, creativa e brillante"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità