Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:PISA9°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 30 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Firenze, assalti con esplosivo agli sportelli bancomat: ecco come agivano

Attualità lunedì 02 marzo 2015 ore 17:15

Cna, è lotta aperta all'abusivismo

Valter Tamburini

Legalità, qualità, professionalità. Un convegno con dirigenti nazionali, regionali e provinciali dell’associazione e rappresentanti delle Istituzioni



PISA — Complice la crisi economica, l’abusivismo è un fenomeno che è sempre più diffuso in particolare nei settori moda, benessere, fotografi professionisti. Le imprese di questi comparti infatti da alcuni anni stanno attraversando un periodo particolarmente difficile, con evidente riduzione di lavoro e fatturato, a causa non solo del perdurare della crisi economica, ma anche della concorrenza sleale di persone e attività che lavorano in modo non regolare.

Cna, che sta monitorando da tempo tale fenomeno, ne ha discusso aspetti e modalità per combatterlo durante il convegno di questa mattina, lunedì 2 marzo, dal titolo: Legalità, qualità, professionalità, con la partecipazione di dirigenti nazionali, regionali e provinciali dell’associazione, nonché rappresentanti delle Istituzioni.

E Cna ha anche presentato una serie di proposte per aggredire la concorrenza sleale di chi lavora in modo non regolare: tavoli provinciali con tutte le componenti istituzionali, associative e gli organi di vigilanza, coordinati da Camera di commercio e Prefettura, con il compito di monitorare il fenomeno e predisporre azioni coordinate; maggiori controlli da parte degli organi di vigilanza. A Polizia municipale, Asl, Nas, Guardia di Finanza, Cna chiede un impegno straordinario per colpire in maniera forte l’abusivismo, ma anche per attuare sinergie comuni per combattere l’illegalità e creare nuove opportunità di occupazione.

I tavoli sulla legalità, oltre ai controlli, dovranno preparare programmi e campagne per informare il cittadino sui rischi che corre ogni qualvolta ricorre all’utilizzo di servizi e prodotti non regolari.

Sono intervenuti: Federico Gelli, deputato Pd,  Antonio Stocchi - presidente nazionale Cna Benessere e Sanità, Andrea Nannini - presidente nazionale Cna Comunicazione, Luca Marco Rinfreschi - presidente nazionale Cna Federmoda, Valter Tamburini - presidente Cna Toscana, Andrea Zavanella - presidente Cna Pisa, Ivan Ferrucci - capogruppo Pd in Regione, Andrea Sereni - presidente Unioncamere Toscana, Sandra Capuzzi - responsabile settore Politiche sociali di Anci Toscana e assessore del Comune di Pisa.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati fotografano le ultime ventiquattro ore sul fronte epidemico. Aumentano i ricoveri nelle aree Covid di Cisanello e Santa Chiara
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Sergio Cenci

Lunedì 29 Novembre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità