Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA11°20°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Juventus-Roma, Orsato a Cristante: «Il vantaggio sul rigore non si dà mai. Dai la colpa a me perché hai sbagliato il rigore?»

Cronaca giovedì 15 maggio 2014 ore 06:30

Crisi, taglia anche la prefettura

Il piano di risparmio energetico su Palazzo Medici è diventato una tesi di laurea, che ha richiesto un anno di studi e sopralluoghi



PISA — Più di un anno di riunioni, sopralluoghi e studi. Ma ora la prefettura di Pisa ha un piano per ridurre i costi di gestione.
Il prefetto Tagliente ha chiesto e ottenuto (a costo zero) dalla Scuola di Ingegneria di Pisa una diagnosi energetica su Palazzo Medici, sede della Prefettura.
Una volta effettuate le previsioni costi-benefici, Tagliente ha condiviso con il ministero dell’Interno di dare il via agli interventi di riduzione dei consumi.

I principali risultati dello studio sono stati presentati nel corso della discussione della Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile da Ilaria Capranelli, alla presenza dello stesso Prefetto nella veste di relatore della tesi, di Francesco Leccese e Giacomo Salvadori del Dipartimento di Ingegneria dell’Energia e dei Sistemi dell’Università di Pisa.

I primi interventi per risparmiare energia sono stati già disposti sui sistemi di illuminazione (interna ed esterna), per un importo di alcune migliaia di euro e con un tempo di recupero complessivo delle spese inferiore ad un anno.

Gli ulteriori investimenti, relativi all’isolamento termico dell’involucro edilizio, consentono un ritorno in tempi variabile da 10 mesi fino a poco più di tre anni.

I vantaggi più significativi degli interventi in atto sono infatti quelli che si avranno con il passare degli anni: terminato il periodo di recupero dell’investimento iniziale, la Prefettura continuerà a beneficiare annualmente degli effetti di riduzione dei consumi sulla fatturazione energetica.

La ricerca è stata articolata in quattro principali attività: il rilievo in campo delle caratteristiche del sistema edificio-impianti, la valutazione della prestazione energetica dell’edificio, l’individuazione degli interventi di riduzione dei consumi energetici, l’analisi costi-benefici degli interventi proposti.

“L’eccezionale, e per molti versi drammatica, situazione economica che vive il nostro Paese da alcuni anni, ha imposto al sistema istituzionale di rivedere le spese, sostenute a tutti i livelli, per ridurre progressivamente l’impatto sull’indebitamento”, così il Prefetto di Pisa, che prosegue: “le politiche di contenimento dei costi sono state tradotte dal legislatore in una varietà di azioni che riassumiamo a volte, anche impropriamente, con il termine Spending Review”.

Tali azioni incidono sulle diverse voci di spesa del bilancio pubblico. Gli strumenti utilizzati vanno dai semplici tagli lineari di budget alle misure di razionalizzazione delle procedure di spesa e di digitalizzazione dei processi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corteo organizzato dal comitato Porta Fiorentina e dall'associazione Sguardo di vicinato ha sfilato da via Cattaneo fino in zona stazione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Bruno Renato Mariotti

Domenica 17 Ottobre 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Sport

Attualità