Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PISA22°31°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 19 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine
La corsa dei russi in moto per evitare le bombe ucraine

Attualità martedì 15 febbraio 2022 ore 10:24

35 anni fa nasceva la Scuola Superiore Sant'Anna

La Scuola Superiore Sant'Anna

L'ateneo, nato nel 1987, è oggi primo in Italia, settimo in Europa e 14esimo a livello globale secondo una classifica delle giovani università



PISA — La festa di San Valentino è anche il compleanno della Scuola Superiore Sant'Anna, nata ufficialmente il 14 Febbraio 1987. La Sant'Anna, oggi uno tra migliori giovani atenei al mondo secondo la classifica YoungUni - Times Higher Education, è uno dei tanti cuori pulsanti dell'eccellenza pisana, essendo un istituto universitario pubblico a statuto speciale, che opera nel campo delle scienze applicate (Scienze economiche e manageriali, Scienze Giuridiche, Scienze Politiche, Scienze agrarie e biotecnologie vegetali, Scienze Mediche e Ingegneria Industriale e dell'Informazione). 

Da 35 anni la scuola persegue l’eccellenza e promuove l’internazionalizzazione della didattica e della ricerca, con l’obiettivo di sperimentare percorsi innovativi negli ambiti della formazione universitaria, della ricerca scientifica e della formazione avanzata.

La Scuola Superiore Sant’Anna nacque dalla fusione tra la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento e il Conservatorio Sant’Anna, due istituzioni che avevano alle spalle una lunga tradizione legata alla città di Pisa e alla storia della sua università e dei suoi collegi.

"La Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento si ricollega idealmente al Collegio Ferdinando I - ricordano dalla Suola di piazza Martiri della Libertà -, fondato nel 1593 per accogliere studenti delle facoltà di medicina e di giurisprudenza, e al Collegio Puteano, fondato nel 1605 per accogliere studenti delle facoltà di medicina, diritto e filosofia provenienti dalla città di Biella". 

Questi collegi vennero rifondati con la nascita nel 1931 del Collegio Mussolini per le scienze corporative e nel 1932 del Collegio Nazionale Medico, entrambi annessi alla Scuola Normale Superiore. Nel 1951 venne poi istituito anche il Collegio Antonio Pacinotti, per accogliere gli studenti delle facoltà di Economia, Ingegneria e Agraria. Con la legge n. 117 del 7 marzo 1967, i diversi collegi costituiscono un'unica "Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento", organizzata nelle aree disciplinari di Scienze sociali e di Scienze applicate e sperimentali.

Nel 1987, infine, il progetto per la valorizzazione della formazione di eccellenza e delle realtà collegiali trovò pieno compimento nella legge istitutiva n.41 del 14 febbraio, che sancì la nascita della Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento Sant’Anna di Pisa. La Scuola Superiore Sant’Anna divenne così la seconda Scuola Superiore di Pisa, gemella della Scuola Normale Superiore, dedicandosi allo studio delle scienze applicate.

Contestualmente la Scuola entrò a far parte del sistema universitario italiano come università ad ordinamento speciale, trovando la sua sede nel Conservatorio Sant’Anna, istituito a Pisa nel 1785 all’interno di un monastero benedettino trecentesco, per volere del Granduca Pietro Leopoldo di Lorena.

E in 35 anni la Scuola Superiore Sant’Anna ha conseguito una rilevanza non solo nazionale ma anche internazionale nel panorama accademico e scientifico, ponendosi come punto di riferimento di molte sfide tecnologiche, sociali e culturali

Giusto oggi la Sant'Anna si conferma una delle migliori giovani università al mondo. Il ranking appena diffuso da THE – Times Higher Education, lo Young University Rankings 2022, per valutare le performance degli atenei fondati da meno di 50 anni, le assegna la prima posizione in Italia, la settima in Europa e la quattordicesima a livello globale.

“La competizione continua a farsi più ardua a livello globale e direi anche europeo – ha commentato la rettrice Sabina Nuti – a dimostrazione di quanto sia complesso mantenere, nel tempo, posizioni di vertice. Le variazioni nel ranking mondiale, nel 2021 la Scuola Superiore Sant'Anna era settima al mondo, sono giustificate dal raddoppio del numero delle università entrate nella classifica e dal conseguente aumento della competitività che richiede un nostro continuo miglioramento. Rientrare tra le prime 20 giovani istituzioni universitarie al mondo, tra le prime 10 in Europa e confermare la prima posizione in Italia sono risultati ottenuti grazie all’impegno di tutte le componenti della Scuola Superiore Sant'Anna, grazie alla collaborazione con tutto il sistema universitario italiano e con il mondo delle imprese e delle istituzioni pubbliche”.

“È un riconoscimento meritatissimo" ha commentato l’assessora a Università e ricerca per la Regione Toscana, Alessandra Nardini. “Alla rettrice Sabina Nuti e a tutto il Sant’Anna rivolgo i miei più sentiti complimenti" ha aggiunto, sottolineando che “il loro lavoro ci sollecita a fare sempre di più e meglio per consolidare come eccellenza a livello nazionale e internazionale l’intero sistema universitario della regione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dell'edificio, risalente all'11esimo secolo, non si avevano più notizie dalla fine del '400. La scoperta degli archeologi dell'università di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

Attualità

Cultura