Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:21 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 25 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, il presidente della Camera Fico legge i risultati della prima giornata di votazioni

Attualità lunedì 03 giugno 2019 ore 10:37

Che fine ha fatto il progetto Nuovo Marchesi?

Se lo chiede il comitato che ha seguito l'iter della vicenda fin dall'inizio: "Dopo 18 mesi dalla presentazione nulla è successo"



PISA — "Di nuovo tutto fermo. Diciotto mesi fa il deposito del progetto definitivo, poi il nulla", spiega il comitato Nuovo Marchesi che fin dall'inizio ha seguito la vicenda dell'istituto scolastico.

"Il Complesso - spiegano dal comitato - che ospita circa 1.300 ragazzi e che mantiene un trend di domande di iscrizione sempre in crescita (merito di un mix tra competenze, voglia di sperimentare e costante collaborazione di docenti, studenti e dirigenza), nonostante le note ed evidenti carenze strutturali rimane un fiore all’occhiello della nostra Provincia. Una città come Pisa che vive di intelletto e “vende” saperi a tutti i livelli ha, anche in questi Istituti, un motore culturale da non disperdere.

Nel 2015 una lastra di vetro di copertura cadde all’interno di un'aula per fortuna casualmente vuota; questo avvenimento è stato un vero e proprio punto di svolta che ha reso impossibile ignorare ancora le gravi e molteplici carenze della struttura accumulate nel tempo. Nonostante i numerosi e dispendiosi interventi di manutenzione che sono stati realizzati (negli ultimi 6 anni sono stati spesi più di 6 milioni di euro) gli studenti si ritrovano in classi dove è considerato “normale” che piova, per non parlare delle rigide temperature d’inverno".

"La struttura è inadeguata per molti degli standard fondamentali (di sicurezza sismica, e idraulica, energetica, antincendio, handicap etc) e per questo è stata presa la saggia decisione della ricostruzione integrale, anche in considerazione del fatto che l’alternativa della ristrutturazione/adeguamento sarebbe risultata meno efficiente e addirittura più onerosa, senza il superamento delle criticità segnalate più volte dalle autorità di controllo.

Spendere cifre astronomiche per “mettere una pezza” alle numerose falle con adeguamenti provvisori e manutenzioni che drenano inutilmente le casse degli enti preposti senza ottenere una soluzione definitiva che garantisca la salute e sicurezza di chi usufruisce o lavora all’interno del complesso, è una politica non più accettabile.

I vincitori del bando della Provincia per la progettazione hanno depositato il progetto definitivo oltre 18 mesi fa. Poi il silenzio".

Alcune domande sorgono spontanee: qual'è la situazione attuale? Perché è tutto fermo? Perché ne devono fare le spese gli studenti e i lavoratori? Che cosa può fare la cittadinanza per uscire da questo ingiustificabile stallo?

Per rispondere a queste e altre domande, Lunedì 3 Giugno 2019 alle 18,00 presso l’aula magna del Liceo Buonarroti, si terrà un Consiglio di Istituto allargato a tutti i genitori gli docenti e i lavoratori dell’intero Complesso per fare il punto della situazione."


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal bollettino regionale i dati che fotografano l'andamento dell'epidemia nelle ultime ventiquattro ore. Altri due decessi in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità