QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 18°31° 
Domani 19°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 20 agosto 2019

Attualità sabato 20 luglio 2019 ore 07:00

La conferenza Università Territorio con gli atenei

La Conferenza Università Territorio si allarga a tutte le università pisane. Confronto su strategie di sviluppo e di integrazione tra città e studenti



PISA — Mercoledì 17 luglio si è tenuto a Palazzo Gambacorti il primo incontro della Conferenza Università Territorio, dopo la decisione della Giunta comunale di riattivare la Conferenza e rinnovare il protocollo ormai scaduto. Nell’incontro, a cui hanno partecipato l’assessore Rosanna Cardia, i consiglieri comunali Giulia Gambini e Ciccio Auletta, la Rettrice della Scuola Sant’Anna Sabina Nuti, il Direttore della Scuola Normale Luigi Ambrosio, il Rettore dell’Università di Pisa Paolo Mancarella, consiglieri del DSU e rappresentanti del Consiglio degli Studenti, è stato deciso di apportare alcune modifiche fondamentali al protocollo, tra cui l’adesione delle altre due università, la Scuola Normale Superiore e la Scuola Superiore Sant’Anna - fino ad ora escluse - e l’aumento del numero di riunioni che verranno tenute durante l’anno, in modo da consolidare la partecipazione e la condivisione delle strategie di sviluppo e di rapporto tra territorio e università, in una prospettiva unitaria di gestione integrata dei servizi.

Il nuovo protocollo è stato discusso nella prima riunione e verrà poi approvato da ciascun ente nella sede opportuna, per poi essere firmato congiuntamente. La Conferenza è stato inoltre l’occasione per affrontare il tema delle politiche abitative e di mobilità concernenti l’edilizia universitaria e quello delle politiche sociali e culturali che incidono sulla vita degli studenti, in rapporto alla città e alla popolazione residente. In tema di edilizia del diritto allo studio, è stato toccato anche l’argomento dell’immobile di via Paradisa, su cui tutti i soggetti presenti hanno convenuto di individuare una soluzione idonea alla riqualificazione e al riutilizzo come residenza universitaria.

“La riattivazione della CUT – spiega l’assessore alle politiche socioeducative e al diritto allo studio Rosanna Cardia - è un passaggio fondamentale al quale ho lavorato con il sostegno del Sindaco. Con molto piacere ho accolto la grande partecipazione degli enti coinvolti nella Conferenza e l’immediata adesione al protocollo per la prima volta anche da parte della Scuola Superiore Sant’Anna e della Scuola Normale Superiore, ritenendola un segnale importante dell’attenzione che tutti questi enti rivolgono a temi complessi che riguardano la qualità di vita degli studenti all’interno del nostro territorio”.

La Conferenza Università Territorio è un tavolo di concertazione permanente tra Comune, università, Diritto allo Studio e rappresentanze degli studenti universitari che si occupa di favorire il dialogo e il rapporto tra enti partecipanti, di migliorare il rapporto e il livello di integrazione tra città e componente studentesca, adottando soluzioni per migliorare e incrementare i servizi e la qualità della vita degli studenti. Il Protocollo che istituisce la CUT, ormai scaduto, esisteva già in passato, ma prevedeva la partecipazione solo di Università di Pisa, DSU Toscana, componente studentesca e Comune e le riunioni si tenevano soltanto una o due volte l’anno.

“La popolazione studentesca presente nella nostra città – aggiunge l’assessore Cardia - è numericamente molto rilevante e spesso si è verificata una convivenza difficile, che ritengo debba essere governata con maggiore attenzione e spirito di coesione sociale. Dobbiamo lavorare tutti insieme affinché davvero la componente studentesca diventi parte integrante della nostra città e per questo è importante concertare strategie e iniziative che rendano armonico e qualificante il loro inserimento nel quadro delle opportunità e servizi offerti dalla città. Ritengo che la CUT sia il luogo elettivo entro cui sperimentare la capacità di fare rete tra tutte le istituzioni che hanno un diretto coinvolgimento con gli studenti universitari e occasione per costruire un dialogo comune affinché Pisa aumenti la sua spinta di attrazione culturale e di coesione sociale, basata sul rispetto delle regole di reciproca convivenza”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità