Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:30 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan, Calderoli (Lega): «Meglio fermarsi qui che fare una 'porcata'»

Politica lunedì 21 dicembre 2020 ore 09:08

Galilei, Pd e Diritti in Comune chiedono chiarezza

Ancora reazioni politiche dopo la presa di posizione di Toscana Aeroporti che ha annunciato di rompere i rapporti con Consiglio comunale pisano



PISA — "La decisione all'unanimità del CdA di Toscana Aeroporti di rompere i rapporti con il consiglio comunale, a seguito del voto unanime sulla mozione presentata dal nostro gruppo consiliare, con cui si chiede alla Regione di ritirare la variante al Pit per la realizzazione della nuova pista di Peretola, è una ritorsione intimidatoria".

A dirlo è il consigliere comunale di Diritti in Comune Ciccio Auletta dopo lo "Strappo" di Toscana Aeroporti che ha interrotto i rapporti istituzionali col Consiglio comunale di Pisa che ha votato il "No" alla nuova pista di Peretola ( vedi articoli correlati ).

"Sul punto però vogliamo chiarezza. I rappresentanti dei soci pubblici nel CdA di Toscana Aeroporti hanno votato a favore di questa richiesta? Quale è la posizione della Regione Toscana? Il Presidente Giani continua a sostenere che un consiglio comunale non ha diritto ad esprimersi sulle decisioni che assume la Regione sul sistema aeroportuale toscano?
Serve una presa di posizione chiara e forte di tutti i soci pubblici, contro la decisione assunta dal CdA, e da parte di tutte le forze politiche, sindacali e sociali", conclude Auletta.

E sullo stesso argomento intervengono i consiglieri Pd Olivia Picchi e Vladimiro Basta:

"E' inutile girarci intorno. Il voto in CDA di Toscana Aeroporti pone domande e dubbi seri per il riconoscimento del ruolo della città di Pisa nello sviluppo dell'economia aeroportuale.

Ricostruiamo i fatti. Il Consiglio Comunale di Pisa assume una posizione unanime che, oltre a quello che attiene alla pista di Peretola (che è quello che ha fatto notizia), chiede a Toscana Aeroporti certezze su investimenti, tutela dei lavoratori, investimenti per il collegamento ferroviario veloce Pisa Firenze, messa in sicurezza della caserma dei Vigili del Fuoco.
Si parla di Peretola ma in campo c'è molto di più.
Temiamo che il tema di Peretola sia preso a pretesto per un disimpegno totale su quello che era previsto e su quello che dovrà essere investito sul Galilei.
Qual è dunque il vero motivo di tanta agitazione?
La reazione di Toscana Aeroporti è scomposta, fuori misura. Mai vista nella storia. Addirittura la rottura dei rapporti istituzionali, annunciata da Naldi, viene passata al vaglio di un voto in cda. Episodio curioso, soprattutto in considerazione del fatto che Toscana Aeroporti gestisce gli scali su concessione ministeriale e fra la compagine sociale ci sono soci pubblici fra cui ovviamente il Comune di Pisa.

Ci auguriamo che Conti risponda fermamente, anche interrompendo i rapporti di collaborazione con quei professionisti che in cda di Toscana Aeroporti hanno votato questo scempio.
Speriamo inoltre che Conti chiarisca bene a Toscana Aeroporti che Pisa non ha nessuna intenzione di essere mortificata e fatta passare per una città di sempliciotti campanilisti. Qua si parla di posti di lavoro, di occasioni di lavoro e di sviluppo di un territorio che non ha da avere lezioni da nessuno, anzi."

"L'Aeroporto di Pisa ha ancora molte possibilità di crescita e sviluppo e gli impegni presi da Regione e società al momento della fusione tra SAT e ADF devono essere rispettati. A questo servono gli investimenti sul nuovo terminal, per superare la saturazione alla quale sono sottoposte le strutture adesso disponibili quando la crisi pandemica sarà terminata. La crescita dell'Aeroporto può essere volano dello sviluppo per tutti i territori della Toscana Costiera, con la fondamentale sinergia col Porto di Livorno, darà un grande contributo alla ripresa economica e alla creazione di tanti nuovi posti di lavoro", dice intanto il movimento Pisa in Azione che ritiene inoltre "Fondamentale riprendere il progetto della Cittadella Aeroportuale bocciato dalla Giunta Conti"

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Coordinamento dei comitati cittadini lamenta scarsi controlli notturni e il dilagare in centro della mala movida. "Si rischia lo spopolamento"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Attualità