comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:20 METEO:PISA10°13°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 22 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Trump se ne va, il mondo può tirare un sospiro di sollievo

Cronaca lunedì 09 novembre 2020 ore 13:19

Il cordoglio per la scomparsa di Marco Santagata

Marco Santagata

Il docente e scrittore è deceduto stamani a 73 anni. Lo piange il mondo culturale e accademico e quello politico-istituzionale



PISA — È scomparso il professor Marco Santagata, docente all'Università di Pisa e illustre studioso di letteratura italiana, che all'attività di storico e di critico della letteratura affiancava quella di narratore. 

"Con Marco - ha commentato il rettore Paolo Mancarella - ci lascia un grande intellettuale e un amico generoso. Di lui, oltre al grande sapere, ci mancheranno l'infinita curiosità, il desiderio di conoscere e la sottile ironia. È stato uno dei grandi maestri del nostro Ateneo e il vuoto che lascia difficilmente sarà colmabile."

“Con lui se ne va una limpida figura di intellettuale e di fine studioso dantesco, nonché uno scrittore acuto e di meritato successo, coronato dalla vittoria dei premi Stresa e Campiello", ha detto l'assessore regionale all'Università Alessandra Nardini

"La Toscana perde una voce autorevole e intelligente, che negli anni ha saputo guidarci con le sue indubbie capacità culturali. L’ateneo pisano da oggi resta orfano di uno dei suoi docenti migliori che ha formato generazioni di studentesse e studenti che sono certo non lo potranno dimenticare. Ai suoi familiari va il mio più sincero cordoglio”.

E anche la Scuola Normale si stringe attorno alla famiglia di Marco Santagata, e saluta con affetto l'illustre ex allievo: "Arrivò a Pisa nel 1966, vincendo il concorso di ammissione alla Scuola Normale insieme ad altri candidati che divennero poi personalità di spicco quali lo scrittore Walter Siti, l'italianista Lina Bolzoni, il matematico Fulvio Ricci, la futura direttrice del Manifesto Rina Gagliardi. Alla Normale svolse anche il Dottorato di ricerca. Molto legato all'Università di Pisa, di cui fu studente negli anni di allievo normalista, vi ha insegnato per lungo tempo, ricoprendo anche incarichi di gestione all'interno della Facoltà di Lettere. Le sue lezioni frequentatissime sono state un riferimento per tantissime generazioni di studenti di letteratura italiana".

Cordoglio espresso anche dal presidente del Consiglio regionale Mazzeo ("Con i suoi studi ha dato lustro a Pisa e la Toscana e da professore ha formato i migliori filologi di questo Paese"), dagli ex sindaci di Pisa Fontanelli e Filippeschi, dal consigliere regionale Pieroni e da moltissimi altri esponenti del mondo culturale e politico locale.

Il sindaco di Pisa Conti ha sottolineato che "Le sue attività di studioso, riconosciuto e stimato a livello internazionale, intorno alle figure e alla poetica di Dante, Petrarca, Boccaccio ma anche di Leopardi sono state motivo di orgoglio per l’Ateneo e per l’intera città. Mi auguro che potremo trovare il modo di ricordare il valore dei suoi studi organizzando a Pisa un appuntamento in occasione delle celebrazioni ufficiali per il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri".

"Ci ha lasciato il maestro Marco Santagata. Scrittore e docente straordinario, vincitore del Premio Campiello nel 2003. Massimo esperto di lirica classica, Dante e Petrarca".

Così il presidente della Regione Eugenio Giani ha espresso il suo cordoglio e ricorda lo scrittore, scomparso oggi a Pisa.

"Ricordo insieme a lui le conferenze sulla figura del sommo poeta - prosegue il presidente - quando ero presidente della Società Dantesca Italiana. A mio giudizio uno fra i più autorevoli biografi di Dante al mondo. Se ne è andato nell’ospedale di Pisa, per lui il Coronavirus è stato fatale. Che la terra ti sia lieve, Maestro!". 



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Politica

Attualità