Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA22°34°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 10 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni si rivolge alla stampa estera in tre lingue: «No a svolta autoritaria, noi siamo democratici»

Attualità domenica 21 novembre 2021 ore 10:22

La cybersecurity è un gioco da ragazzi

Dal Cnr un videogame dedicato a bambini e ragazzi per approfondire le conoscenze legate al web e alla sicurezza online



PISA — Nabbovaldo e il ricatto dal cyberspazio. E' il videogioco per imparare la Cybersecurity ideato dalla Ludoteca del Registro.it, progetto in seno a Cnr, presentato in occasione del RomeVideoGameLab. Il videogioco, si legge in una nota "E' pensato per avvicinare gli alunni tra gli 11 e i 13 anni ai temi della cybersecurity e per migliorare i comportamenti nell’utilizzo della Rete". 

Ambienti, mappe, dialoghi e scenari multipli sono i contenuti, validati dai ricercatori del Cnr, alla base del videogame che ha l’obiettivo di approfondire, tra i bambini e i ragazzi, le conoscenze legate al Web e alla sicurezza online.

“Nabbovaldo e il ricatto dal cyberspazio -si legge - è stato pensato come strumento didattico per gli insegnanti e come mezzo di apprendimento per gli studenti. Attraverso le modalità tipiche del videogame, infatti, ha l’obiettivo di insegnare, in modo ironico e inconsueto, termini informatici, nozioni di base e comportamenti corretti per navigare. La sezione Nabbopedia, inoltre, fornisce un mini-dizionario con le definizioni di alcuni termini tecnici come Trojan, Firewall, Adware, Antivirus, Troll, Ransomware, Scandisk e Spyware. Il gioco, fruibile sia singolarmente che mentre si fanno lezioni e laboratori, genera un punteggio finale che evidenzia la conoscenza dell’utente sui pericoli di Internet, con una speciale attenzione a social network, virus, truffe online, file sharing e netiquette. Sviluppato in collaborazione con Symmaceo e Grifo Multimedia e disponibile su App Store di Apple e Google Play, è ispirato al fumetto Nabbovaldo contro i Pc zombie, della collana Comics & Science edita dal Cnr, dove il protagonista, un adolescente sempre online ma ingenuo nell’affrontare i pericoli del cyberspazio, si muove a Internetopoli, la città della Rete.  Il videogioco racconta di Nabbo, di professione tuttofare, coinvolto in un’avventura con al centro un Ramsomware (un malware che estorce denaro) che terrà sotto scacco l’intera città e dovrà indagare cercando una soluzione". 

Il gioco è stato pensato anche per essere introdotto nelle scuole e, a tale scopo, gli ideatori hanno anche realizzato una guida per genitori e insegnanti e una formazione per i docenti: "Il gioco - sottolineano- oltre alla modalità single-player, prevede una versione desktop Windows e MacOS per l’utilizzo didattico in classe. La metodologia proposta dalla Ludoteca del Registro.it sarà inoltre quella della flipped classroom, ovvero il momento di confronto in classe come base per un apprendimento attivo e collaborativo, ma anche con il coinvolgimento di studenti degli istituti superiori nel ruolo di tutor per gli alunni delle scuole di ordine inferiore".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Teaser Videogioco Nabbovaldo e il Ricatto dal Cyberspazio
Rome Video Game Lab 2021 - Nabbovaldo e il ricatto dal cyberspazio
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, martedì 9 Agosto, riportati oltre 15mila tamponi effettuati in Toscana. Aumento dei nuovi contagiati in Provincia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Spettacoli