Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:PISA10°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Remuzzi:«Le cure domiciliari non sono un'alternativa al vaccino»

Attualità domenica 05 dicembre 2021 ore 15:35

Un luogo della sanità intitolato a Gino Strada

Gino Strada
Gino Strada

E a Teresa Sarti, fondatori di Emergency, Auletta: "In 27 anni hanno curato nei loro ospedali più di 9 milioni di persone". Approvata la mozione



PISA — Il consigliere comunale di opposizione Ciccio Auletta, che rappresenta Diritti in comune: Una città in comune, Rifondazione Comunista e Pisa Possibile è intervenuto per segnalare una mozione da loro proposta e approvata dal Consiglio comunale e che prevede l'intitolazione di un presidio sanitario pubblico a Teresa Sarti e Gino Strada, fondatori di Emergency.

"Emergency - ha ricordato Auletta - è un'associazione che in 27 anni ha curato nei suoi ospedali più di 9 milioni di persone. Lo ha deciso il Consiglio comunale, approvando la mozione presentata dal nostro gruppo consiliare". 

Poi Auletta ha ricordato: "Ricucire i corpi e la vita tolta dalle guerre, dal Ruanda del 1994 al Kurdistan, alla Cambogia, all’Afghanistan, e poi al Sierra Leone, il Sudan e l’Uganda; questa la missione di Teresa Sarti e Gino Strada , affiancata dall’attività culturale in Italia e all'estero, dalla campagna per la messa al bando delle mine antiuomo e della stessa guerra, al manifesto per una medicina basata sui diritti umani del 2008, nella convinzione che il diritto alla cura appartenga a ciascun essere umano senza distinzioni”.

"Emergency non ha mai cercato di sostituirsi al settore pubblico, ma anzi ha sempre agito per sollecitare un suo potenziamento. Anche di fronte al dramma della pandemia Sars Covid-19 e al disastro della gestione sanitaria italiana soprattutto nei primi mesi del 2020, Gino Strada ha ribadito l'importanza di rafforzare il sistema sanitario pubblico. Con l’approvazione di questa mozione mandiamo un forte messaggio per una sanità pubblica e statale, unica e non diversificata tra regioni, universale e gratuita, il cui obiettivo sia davvero il diritto alla salute e non il fatturato" ha concluso Auletta.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Incremento stabile rispetto a ieri. In Toscana le positività al Coronavirus accertate nelle ultime 24 ore sono 12190
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport