Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:44 METEO:PISA14°17°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Juventus-Inter, i telecronisti inglesi ridono per il rigore su Cuadrado

Politica domenica 02 maggio 2021 ore 12:00

Pochi aiuti a circoli, bar e ristoranti, Pd deluso

Tavoli fuori anche per chi non ha spazi esterni e sgravi per i circoli ricreativi, due proposte del Partito democratico bocciate dalla maggioranza



PISA — Nell’ultimo consiglio comunale il gruppo del Partito democratico ha presentato 3 ordini del giorno sulle proposte di delibera in programma. Il primo, firmato insieme al M5S, era inerente alle “stesse opportunità per tutti gli esercizi di somministrazione”, ravvisando un "problema di discriminazione che si crea per quei locali che non hanno né spazi all’aperto privati né i requisiti per la richiesta di suolo pubblico", a fronte del prolungamento dell’esenzione Tosap fino a fine anno, con cui si garantisce la possibilità per ristoranti e bar di ampliare fino al 60 per cento lo spazio di suolo pubblico loro concesso.

"Questo Odg è stato bocciato dalla maggioranza - ha sottolineato il capogruppo del Pd in consiglio, Matteo Trapani -, come del resto è stato bocciato il primo odg alla terza proposta con cui si chiedeva al Consiglio Comunale di prendere atto della grave criticità con cui si scontrano i Circoli ricreativi senza scopo di lucro, costretti a pagare la Tari come se fossero “Discoteche e night club”: la maggioranza infatti ha deciso di ignorare questa violazione del principio di giustizia ed equità, rifiutandosi di ricomprendere i Circoli ricreativi senza scopo di lucro nelle agevolazioni Tari proprie delle “associazioni”, come pure di creare per loro una categoria ad hoc nell’allegato stesso".

La maggioranza di centrodestra ha motivato le bocciature definendo impraticabile la concessione di tavoli fuori per quelle attività che non hanno spazi esterni sfruttabili nelle immediate vicinanze, mentre lo sconto Tari per i circoli ricreativi è stata definita una inaccettabile misura ad hoc. Maggioranza che ha poi emendato e approvato un terzo ordine del giorno del Pd.

"L’unica nota positiva - ha detto in proposito Trapani - viene registrata sul terzo odg dove si chiede di sostenere le attività commerciali ed imprenditoriali cittadine domandando di individuare risorse aggiuntive volte a ridurre (o quanto meno a dilazionare) la corresponsione della somma dovuta per la Tari, nonché a costituire tavoli di ricontrattazione dell’importo Tari stesso per quelle attività maggiormente colpite da questa crisi sanitaria ed economica; infine a prevedere anche per l’anno 2021 la concessione di contributi, aumentando le risorse disponibili per la relativa copertura finanziaria".

"Purtroppo, però - ha commentato in conclusione il capogruppo Pd -, dobbiamo registrare il fatto che il Comune di Pisa ha incassato (anche grazie agli stanziamenti nazionali e regionali) ben di più di quello che ha speso. In una situazione di tale crisi è scandaloso che il Comune non investa i tanti soldi rimasti per il rilancio economico e le azioni in ambito sociale per aiutare le tante famiglie oggi in difficoltà".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Continuano a rimanere bassi i numeri del Covid in provincia di Pisa. Nella giornata di oggi non vengono registrate vittime
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità