Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:PISA14°26°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
martedì 17 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Azovtsal, il momento in cui i combattenti ucraini lasciano l'acciaieria dopo il lungo assedio

Sport domenica 17 ottobre 2021 ore 11:00

Lucchesi ancora in meta ma la Benetton non passa

Per Treviso seconda sconfitta consecutiva in United Rugby Championship. Per il pisano Gianmarco Lucchesi è la terza meta in quattro partite.



TREVISO — Una Soutenu pirouette dopo aver eseguito un demi-pliè e contemporaneamente un dégagé e poi un nuovo demi-pliè.

Non stiamo parlando di danza classica e non siamo alla Scala di Milano.

Stiamo parlando di rugby e siamo a Treviso, nella partita di ieri tra Benetton ed i gallesi degli Ospreys, i falchi pellegrini.

E colui che esegue la piroetta per liberarsi dalla presa dei difensori gallesi è il toscano Gianmarco Lucchesi, che al quinto minuto schiaccia in meta, confermandosi metaman dei leoni biancoverdi e del torneo.

I ragazzi di Treviso partono subito con veemenza e conquistano campo. Dopo una punizione vanno in touche nei cinque metri di Ospreys.

Dal drive Gianmarco Lucchesi è fantastico e con la sua piroetta elude la presa dei falchi gallesi volati in Italia fin da Swansea.

Purtroppo, la meta di Gianmarco Lucchesi non sarà sufficiente a portare i biancoverdi alla vittoria nella quarta giornata dell’United Rugby Championship, che viene agguantata da Ospreys a tre minuti dalla fine, con un piazzato di Stephen Myler che porta il punteggio a 26-29 a favore dei falchi, ieri in maglia nera.

Per Treviso è la seconda sconfitta consecutiva, seppure con due punti di bonus conquistati, uno difensivo ed uno offensivo.

Il primo tempo è equilibrato con il fiorentino Niccolò Cannone, l’altro toscano in campo, impegnato a svolgere diligentemente il suo compito in seconda linea sinistra.

Nella ripresa i gallesi prendono il largo grazie a due mete di Rhys Webb.

Il punteggio in quel momento è 7-26 ma i biancoverdi rispondono alla grande con Rhyno Smith, una bella meta di Monty Ioane e con Tommaso Menoncello, che segna la meta del bonus offensivo.

Poi l’abbiamo detto, Stephen Myler chiude le ostilità calciando l’ovale tra i pali per i tre punti vincenti.

L’incontro è stato arbitrato dalla sudafricana Aimee Barret-Theron, terzo arbitro donna a comparire in campionato dopo Hollie Davidson che ha debuttato nel marzo 2021 e Joy Neville nel febbraio 2018.

Aimee Barret-Theron arbitra dal 2014 e da giocatrice ha disputato due coppe del mondo, con gli Springbok Women’s e South Africa Sevens.

Nella partita di ieri ha dimostrato equilibrio e gran carattere, anche quando la tensione tra le due squadre è salita alle stelle.

Come poco prima della fine del primo tempo, quando i giocatori hanno iniziato a spintonarsi.

Capirete anche voi che quando alcune quintalate di muscoli sembrano in procinto di mettersi le mani addosso può non essere facile riportare la calma.

Ma è arrivata Aimee e loro hanno abbassato subito la testa, qualcuno ha pure sorriso.

"Ho fatto tutta questa strada per arbitrare il rugby, non sono la vostra babysitter".

“I'm not your childminder!”

Stadio Monigo

Benetton Rugby – Ospreys Rugby 26-29

Marcature: 5′ meta Lucchesi tr. Albornoz, 32′ meta Nagy, 37′ Roots tr. Myler; 42 meta Webb tr. Myler, 48′ meta Webb tr. Meyler, 51′ meta Smith tr. Coetzee, 60′ meta Ioane, 66′ meta Menoncello tr. Coetzee, 76′ p. Myler;

Note: 13′ cartellino giallo a Luke Morgan (OSP), 63′ cartellino giallo a Alex Cuthbert (OSP). Trasformazioni: Benetton Rugby 3/4 (Albornoz 1/1, Coetzee 2/3); Ospreys 3/4 (Myler 3/4). Punizioni: Ospreys 1/2 (Myler 1/2).

Man of the match: Giovanni Pettinelli (BEN).

Benetton Rugby:

15 Andries Coetzee, 14 Tommaso Menoncello, 13 Marco Zanon, 12 Joaquin Riera, 11 Monty Ioane, 10 Tomas Albornoz (40′ Rhyno Smith), 9 Callum Braley (40′ Dewaldt Duvenage), 8 Riccardo Favretto (40′ Sebastian Negri), 7 Michele Lamaro, 6 Giovanni Pettinelli, 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone (52′ Irné Herbst), 3 Tiziano Pasquali (48′ Ivan Nemer), 2 Gianmarco Lucchesi (49′ Giacomo Nicotera), 1 Nahuel Tetaz Chaparro (49′ Cherif Traoré).

A disposizione: 23 Tommaso Benvenuti.

Head Coach: Marco Bortolami.

Ospreys Rugby:

15 Max Nagy, 14 Alex Cuthbert (71′ Mat Protheroe), 13 Owen Watkin, 12 Keiran Williams (62′ Joe Hawkins), 11 Luke Morgan, 10 Stephen Myler, 9 Rhys Webb (c) (65′ Reuben Morgan-Williams), 8 Ethan Roots (65′ Rhys Davies), 7 Sam Cross, 6 Olly Cracknell (55′ Morgan Morris), 5 Alun Wyn Jones, 4 Bradley Davies, 3 Tomas Francis (62′ Tom Botha), 2 Elvis Taione (62′ Ifan Phillips), 1 Rhodri Jones (55′ Nicky Smith).

Head Coach: Toby Booth.

Arbitro: Aimee Barrett-Theron (SARU)

Assistenti: Filippo Russo (Ita), Alex Frasson (Ita)

Marco Burchi
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Highlights: BENETTON v OSPREYS | URC Round 4 [HD]
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il bollettino sanitario aggiornato alle ultime 24 ore monitora l'andamento dell'epidemia. In toscana 573 nuove positività
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Cronaca