Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:08 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 20 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Il 93,4% delle classi è in presenza»

Lavoro martedì 02 marzo 2021 ore 12:56

Amazon, corrieri Transline ancora in sciopero

Lo sciopero dei corrieri Transline e Loed di fronte al magazzino Amazon di Montacchiello

Fallito l'incontro tra Uiltrasporti e Transline, ditta che consegna i pacchi per il magazzino Amazon di Montacchiello. Dialogo aperto con Loed



PISA — Dopo 5 giorni di sciopero e presidi, si è tenuto ieri l’incontro che ha visto da una parte Assoespressi e le aziende Loed e Transline, che effettuano consegne per Amazon, e dall’altra la Uiltrasporti Toscana. Sul tavolo le problematiche che hanno portato i corrieri delle due aziende a protestare con scioperi e presidi, che si sono tenuti di fronte al magazzino Amazon di Montacchiello, alla periferia di Pisa.

"Alla fine del confronto, l’azienda Loed, su richiesta della Uiltrasporti - hanno fatto sapere dallo stesso sindacato -, ha deciso di monitorare i carichi di lavoro per una settimana insieme ai delegati con l’impegno aziendale a rivederli ed alleggerirli. Per quanto riguarda invece le problematiche relative a Trasline (ricorso a cassa integrazione, carichi di lavoro eccessivi, franchigia a carico dei corrieri), dopo un lungo dibattito era stato deciso di proseguire la riunione in presenza a Pisa, limitando il confronto alla sola azienda e ai relativi delegati dei lavoratori. Senza alcuna spiegazione l’azienda è invece scomparsa, anche telefonicamente, e l’incontro concordato non si è mai tenuto".

“Un atteggiamento - hanno commentato dalla Uiltrasporti - che non aiuta certo a stemperare il clima e a trovare soluzioni. Al contrario, è la conferma delle nostre ragioni. A questo punto ci domandiamo, e domandiamo innanzitutto ad Amazon, se tale modo di fare, denigratorio dei lavoratori e delle loro rappresentanze, rientra nel ‘codice di condotta’ che la stessa Amazon chiede ai propri fornitori di seguire. Infine, per chiarire ancora meglio quale sia l’atteggiamento tenuto da Trasline, basti sapere che domenica sera l’azienda ha aperto la procedura di richiesta di cassa integrazione (sbagliando gli indirizzi) retroattiva al primo di Gennaio, negando tale circostanza anche durante l’incontro della mattina”.

“Una situazione paradossale - concludono -. Con questo atteggiamento di chiusura e di mancanza totale di volontà di confronto, siamo obbligati a riprendere le nostre azioni di lotta. Chiederemo anche agli organismi competenti di verificare la correttezza della richiesta degli ammortizzatori sociali. Inoltre daremo mandato ai nostri legali di verificare se ci sono gli estremi per una denuncia per comportamento antisindacale, viste anche le sostituzioni del personale scioperante fatte dall’azienda. Chiederemo infine un incontro al Prefetto, auspicando un interessamento anche delle Istituzioni locali e regionali a una vicenda che lascia decisamente sgomenti. I diritti dei lavoratori non possono essere calpestati”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati aggiornati dal bollettino regionale fanno salire a 71286 le positività registrate da inizio epidemia in provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica