Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:08 METEO:PISA11°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 19 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Il 93,4% delle classi è in presenza»

Cronaca giovedì 05 novembre 2015 ore 14:53

I poliziotti, "Stanchi di fare comparse"

Duro intervento del segretario provinciale del sindacato di polizia Lo Scudo Pietro Taccogna:"Senza norma più severe sarà la solita farsa"



PISA — "L’emergenza criminalità che sta vivendo Pisa ha radici assai lontane e non è solo un fenomeno temporaneo ma il progressivo innalzamento di una condizione che, come sindacalisti dei poliziotti, denunciamo da molti anni, eppure costantemente siamo stati ignorati, quando non accusati di procurare falsamente allarme sociale", dice Taccogna.

"Un sensibile incremento di personale delle Forze di polizia sarebbe utilissimo e lo auspichiamo da tempo, perché il loro numero, ancor più di età sempre più elevata, attualmente è assolutamente insufficiente per una città con le molteplici problematiche di Pisa, ma la politica non può artatamente cercare di autoassolversi, spostando il centro del problema su chi opera a tutela dei cittadini onesti, mentre sa benissimo che il vero problema è dato da norme assolutamente irreali ed inadeguate, che legano le mani a Forze di polizia e magistratura, costrette ad arrestare e processare più volte gli stessi delinquenti, che di fatto restano impuniti, quando non sono obbligate a lasciarli andare perché la mancanza di investimenti sulla sicurezza e l’accavallarsi di sterili competenze hanno reso impossibile fronteggiare già le situazioni ordinarie, figuriamoci le emergenze.

E le norme e le scelte economiche non le fanno i poliziotti o i magistrati, ma il legislatore, cioè quei rappresentanti politici che sempre più sembrano lontani, sordi e ciechi alle istanze dei cittadini onesti di questo nostro Paese, ormai trasformatosi nella “terra dei balocchi” per delinquenti e disonesti e Pisa non fa eccezione, nonostante l’impegno ed il sacrificio delle Forze di polizia.

Riteniamo vi siano stati in passato errori che causano i gravi episodi che i media denunciano ormai quotidianamente, ben difficili oggi da sanare con iniziative lodevoli ma tardive ed una manciata di poliziotti o carabinieri in più (che a Pisa non sono mai arrivati, a dispetto di alcune edulcorate dichiarazioni del recente passato).

Chiariamolo: la legge prevede un precetto ed una sanzione ma senza la giusta pena in conseguenza di un reato, diventa tutta una farsa e noi poliziotti siamo stanchi di farvi da comparse, quando non trasformati in spaventapasseri da mere operazioni di facciata.


In conclusione: sbagliato parlare di temporanea emergenza a Pisa, come se questa non fosse una situazione ampiamente prevedibile; strumentale affermare che la soluzione sia data da pochi operatori di rinforzo mentre sono molti di più quelli che vanno in pensione; ingannevole lanciarsi reciproche accuse tra partiti e tra centro e periferia, quando lo sfascio attuale è frutto dell’incoerenza in materia di sicurezza di chi, come legislatore, ha commesso errori su errori"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto a Navacchio. Il motociclista, sbalzato dal mezzo, è finito prima contro il guard-rail e poi nella scarpata a bordo strada
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica