Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:30 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stop al ddl Zan, la senatrice Fedeli in lacrime: «Scusate, sono molto triste»

Cronaca sabato 13 marzo 2021 ore 16:08

Mamma sola in stazione con due bimbi piccoli

Unità di strada di Arnera

In aiuto della donna e dei bambini si è attivata la rete dei servizi sociali. In poche ore è stato trovato un luogo per ospitare tutti e tre



PISA — "Sola, in una città sconosciuta, senza una lira in tasca, con due figli piccolissimi, di uno e due anni ,e l’imbrunire che si avvicina insieme al rischio di ritrovarsi senza un tetto per la notte". Così raccontano dalla Società della Salute la difficile situazione in cui si è ritrovata ieri pomeriggio Yvonne - il nome è di fantasia - una donna di origini camerunense, un problema affrontato e risolto in poche ore grazie all'intervento congiunto di servizio di prossimità della Polizia Municipale, Unità di Strada e Pronto Intervento Sociale della SdS zona Pisana.

La donna, poi identificata come rifugiata politica in Italia e residente nel Comune di Arezzo, attorno alle 17 si è avvicinata a due vigili del servizio di prossimità della Polizia Municipale per chiedere aiuto. Così è scattato il lavoro di rete: contattati gli operatori dell’unità di strada della cooperativa sociale Arnera, questi hanno dialogato con lei e quindi attivato il Pronto Intervento Sociale della stessa SdS. 

“Abbiamo disposto immediatamente un’albergazione d’emergenza almeno fino a lunedì mattina  in modo da assicurare una sistemazione decorosa alla famiglia: alle 19,30 erano già in una delle pensioni che collaborano con noi” ha raccontato la responsabile dei servizi sociali dell’ente via Saragat, Maria Atzeni. In serata, poi, gli operatori dell’unità di strada sono passati a consegnare un pasto caldo e generi alimentari, cosa che accadrà anche oggi e domani.

Il resto del lavoro all’inizio della settimana. “Le assistenti sociali la incontreranno per capire in modo più approfondito come è stato possibile che una mamma con due figli così piccoli si sia trovata da sola in una città sconosciuta e senza soldi in tasca e parallelamente prenderemo contatto anche con i servizi del territorio di residenza – ha spiegato Atzeni -. Nell’immediato, però, era fondamentale intervenire per risolvere un’emergenza potenzialmente grave e lo abbiamo fatto’’.

“Il soccorso prestato alla famiglia camerunense è l’ennesima conferma dell’importanza del lavoro di rete e della sinergia che abbiamo messo in campo in questi anni fra servizi per l’alta marginalità e Polizia Municipale – sottolinea la Presidente della Società della Salute della Zona Pisana Gianna Gambaccini -: riuscire a passare in un paio d’ore dal problema alla soluzione non era affatto scontato. Per questo voglio ringraziare sia il Pronto Intervento Sociale che Unità di Strada e servizio di prossimità dei Vigili Urbani per la sensibilità e la professionalità dimostrata anche in quest’occasione”

"Alle volte - hanno sottolineato ancora dalla Sds - la differenza fra un possibile dramma e il lieto fine passa anche dalla capacità di ascolto e di lavorare insieme, “in rete” come dicono gli addetti ai lavori, da parte di servizi diversi per competenze e mandato istituzionale, accomunati dalla capacità di riconoscere e farsi carico delle fragilità incontrate nel territorio". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Coordinamento dei comitati cittadini lamenta scarsi controlli notturni e il dilagare in centro della mala movida. "Si rischia lo spopolamento"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Attualità