Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:10 METEO:PISA11°19°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità venerdì 10 settembre 2021 ore 09:44

Spostato al 2022 il saldo Tari previsto per Natale

Provvedimento della giunta comunale per agevolare famiglie e imprese. Di Maio e Cecchelli: "Solo due bollette nel 2021"



SAN GIULIANO TERME — La giunta comunale ha deciso di spostare il saldo della Tari, la tassa sui rifiuti, a Gennaio e Febbraio 2022, eliminando le scadenze in prossimità delle feste natalizie. "I cittadini e le attività commerciali - ha spiegato l'assessore al bilancio Matteo Cecchelli - avranno da pagare solo due bollette della Tari nel 2021. Questa delibera approvata dalla giunta comunale va nella direzione di dilazionare il pagamento nel tempo e favorire le famiglie e le aziende colpite dagli effetti della pandemia". Le due rate del 2021 hanno scadenza rispettivamente il 30 Settembre e il 31 Ottobre.

A questo rinvio si aggiungono le ulteriori riduzioni approvate dal consiglio comunale lo scorso 30 Giugno e quelle già previste dal regolamento comunale. 

Per le utenze non domestiche è prevista una riduzione proporzionata al calo del fatturato verificatosi nel 2020 rispetto al 2019. Se il calo del fatturato è compreso tra il 10 e il 20%, la riduzione della Tari sarà, ad esempio, del 10%. Questo sconto può arrivare al 20% se il calo del fatturato ha superato il 30%. La domanda per ottenere questa riduzione va presentata entro il 30 Settembre 2021. 

Per quanto riguarda le utenze domestiche, invece, la riduzione della tassa è pari al 20% se si possiede la residenza anagrafica nell'immobile per il quale si è iscritti alla Tari e se l'Isee non supera i 25mila euro. Anche in questo caso la richiesta va effettuata entro il 30 Settembre.

Di seguito le riduzioni già previste dal regolamento comunale.Per le utenze domestiche: Riduzione del 10% per compostaggio; Riduzione per conferimenti ai Centri di raccolta commisurata alla tipologia di rifiuto domestico conferito. Per le utenze non domestiche: Riduzione per rifiuti urbani avviati al riciclo dal produttore, per i quali si avrà una tariffa ridotta in relazione alla quantità; Riduzione per agriturismi in rapporto al numero dei posti letto.

Infine, ecco le agevolazioni e le esenzioni Tari presenti, anche in questo caso, nel regolamento comunale (scadenza il 31 Dicembre con decorrenza dall'anno successivo a quello di presentazione della richiesta). 

Utenze domestiche:- Esenzione per i soggetti passivi portatori di handicap grave, invalidi al 100% o nel cui nucleo familiare sia presente un soggetto portatore di handicap. L'Isee non deve superare i 25 mila euro.- Riduzione del 90% della tariffa totale per utenze domestiche occupate come abitazione principale da nuclei familiari con valore Isee non superiore a 6.500 euro.- Riduzione del 50% della tariffa totale per le utenze domestiche occupate come abitazione principale da nuclei familiari interamente composti da persone di oltre 65 anni con Isee maggiore di 6.500 euro e inferiore a 9.000.- Riduzione del 20% della tariffa totale per nuclei familiari con Isee maggiore a 6.500 euro e inferiore a 25.000 e al cui interno via siano almeno quattro figli.

Utenze non domestiche:- Riduzione del 50% della tariffa totale per enti e associazioni senza scopo di lucro.- Riduzione del 50% della tariffa totale alle nuove attività economiche per i primi tre anni di esercizio.- Riduzione del 10% della tariffa totale alle attività aderenti ai Centri commerciali naturali.- Riduzione del 20% della tariffa totale per locali adibiti a esercizi di vicinato per la vendita di generi alimentari.- Riduzione del 10% della tariffa totale per locali utilizzati per lo svolgimento di attività certificate Emas e Iso 14001.- Riduzione del 30% della tariffa totale per locali e aree scoperte utilizzate a solo scopo istituzionale dalle onlus regolarmente iscritte all'anagrafe unica del Ministero delle Finanze.

"A San Giuliano Terme sono presenti già importanti riduzioni della Tari nel regolamento comunale - ha commentato l'assessore all'ambiente Filippo Pancrazzi -, ma con queste misure approvate sia dal Consiglio che dalla Giunta intendiamo compiere un ulteriore passo in avanti per agevolare chi ha subìto un calo del fatturato o in generale chi ha risentito degli effetti della pandemia. Il tutto improntato su equità e progressività".

"Ridurre la Tari e prevedere agevolazioni è un punto a cui teniamo particolarmente - ha aggiunto il sindaco Sergio Di Maio -. Le imposte su cui possiamo intervenire come Comune devono rappresentare meno peso possibile per i cittadini, soprattutto in un periodo così complicato che sta durando da ormai più di un anno e mezzo. E renderle progressive e riducendone l'impatto sulla vita quotidiana delle persone è una scelta ben precisa che faremo sempre".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Previsto un momento pubblico di raccoglimento e ricordo, per salutare la dottoressa e assessora comunale scomparsa a 49 anni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca