Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PISA10°21°  QuiNews.net
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
giovedì 28 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Beppe Sala, le minacce la pazienza e l'incoscienza

Cronaca giovedì 16 settembre 2021 ore 18:40

Spaccate e furti nei negozi, un arresto

Fermato all'alba dopo il tentato furto, sventato dal personale, in una paninoteca di via dell'Aeroporto, è ora indiziato per numerosi colpi simili



PISA — Un’operazione congiunta di Polizia di Stato e Arma dei Carabinieri di Pisa ha portato, all'alba di oggi, al fermo di un cittadino italiano di 21 anni, di origini straniere e risultato senza fissa dimora, ritenuto responsabile di una rapina ai danni di una paninoteca di via dell’Aeroporto, avvenuta la sera del 14 Settembre. 

Il tentativo di furto, questa volta sventato dal personale dopo una colluttazione con l'intruso, da Luigi's Burger & Burritos, già vittima di altre due spaccate nell'arco dell'ultimo mese. Il malvivente, per guadagnarsi la fuga, avrebbe minacciato il personale con un coltello, ferendo lievemente una persona e rimanendo ferito a sua volta.

Le forze dell'ordine hanno presto capito di chi si trattava, poiché il 21enne in questione ha già numerosi precedenti per furto, circa 30, commessi a Pisa tra il 2015 al 2019. A Maggio 2019 fu poi arrestato, in quanto autore di una rapina compiuta nel Settembre del 2018 in via Bixio ai danni un quindicenne.

"Dal maggio del 2019 all’Aprile del 2021 - hanno spiegato dalla Questura -, in ragione di questi fatti, era stato condannato alla reclusione e alla detenzione domiciliare con braccialetto elettronico, sino alla sua liberazione per espiazione pena, avvenuta nell’Aprile scorso. In coincidenza con la scarcerazione, il seriale aveva fatto perdere le proprie tracce, divenendo sostanzialmente senza fissa dimora e, quasi contestualmente, dal mese di Giugno, era iniziata una nuova escalation di furti in orario notturno, tipica del suo modus operandi".

"Il fermo del rapinatore, di non facile esecuzione - hanno assicurato polizia e carabinieri -, è frutto di un’articolata attività investigativa, condotta con tecniche assolutamente tradizionali, attraverso numerosi servizi di appostamento notturno, acquisizioni di notizie confidenziali, condotte durante il periodo di Luglio e Agosto dalla Squadra Mobile della Questura di Pisa in stretta sinergia con il Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri. Le tecniche tradizionali si sono rivelate decisive anche per trovare il luogo di dimora, cambiato più e più volte nel corso degli ultimi mesi ed era sostanzialmente irrintracciabile. Pertanto l’arresto è giunto al termine di una defaticante ricerca nei quartieri più densamente popolati del capoluogo, fino a quando non è stato raggiunto in un appartamento del quartiere san Giusto all’alba di questa mattina, da Polizia e Carabinieri".

A seguito della perquisizione condotta questa mattina, che ha portato al sequestro di ulteriori elementi indiziari utili a ricostruire altri episodi di furto avvenuti nel corso degli ultimi due mesi, il giovane, di origini moldave, è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria. Il pubblico Ministero di turno, Aldo Mantovani, ha disposto la misura cautelare della detenzione in carcere, in attesa dell’udienza di convalida.

Nel corso dell’ultimo mese sono stati circa 20 i sopralluoghi compiuti dalle forze dell'ordine a seguito dei raid notturni avvenuti ai danni di negozi, che ora gli inquirenti ipotizzano di poter attribuire alla persona arrestata.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un servizio da anni sperato e invocato dai residenti del litorale. Il cantiere, partito in questi giorni, dovrebbe durare 6 mesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Politica

Cronaca