QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PISA
Oggi 12° 
Domani 11°14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News pisa, Cronaca, Sport, Notizie Locali pisa
venerdì 06 dicembre 2019

PENSIERI DELLA DOMENICA — il Blog di Libero Venturi

Libero Venturi

Libero Venturi è un pensionato del pubblico impiego, con trascorsi istituzionali, che non ha trovato niente di meglio che mettersi a scrivere anche lui, infoltendo la fitta schiera degli scrittori -o sedicenti tali- a scapito di quella, sparuta, dei lettori. Toscano, valderopiteco e pontederese, cerca in qualche modo, anche se inutilmente, di ingannare il cazzo di tempo che sembra non passare mai, ma alla fine manca, nonché la vita, gli altri e, in fondo, anche se stesso.

DIZIONARIO MINIMO: Il cotone sulla luna

di Libero Venturi - domenica 27 gennaio 2019 ore 07:00

La sonda cinese che è atterrata sul lato più impervio e oscuro della luna -the dark side of the Moon, che viene a mente i Pink Floyd- ha portato con sé un recipiente con dei semi di cotone. Volevano sperimentare la possibilità di far crescere una coltura terrestre sull’arido suolo lunare. E, in effetti, i semi hanno germogliato. I ricercatori cinesi non hanno fornito molti dettagli sull’esperimento, non è un paese libero e trasparente. Ma, a quanto pare, il recipiente non è stato dotato di un sistema di riscaldamento per compensare le bassissime temperature della notte lunare. Il nostro satellite, decantato dai poeti, gira su stesso e gira intorno alla Terra che gira su stessa e intorno al Sole. Ed è tutto un grande giramento di sfere celesti, come quello di quelle terrestri e di più. Cosicché la Luna, casta diva che inargenta queste sacre antiche piante, pende ancor su quella selva e tutta la rischiara e a noi volge il bel sembiante: mostra a noi la stessa faccia, senza nube e senza vel. L’altra resta in ombra. Un effetto noto come rotazione sincrona. La Luna impiega circa 27 giorni terrestri per compiere un giro su se stessa, quindi il dì e la notte lunari durano circa due settimane ciascuno. E sai che palle! Così la notte è arrivata e ha fatto crollare la temperatura nel recipiente fino a -52°C. Freddino! Il contenuto si è completamente congelato, portando alla fine dell’esperimento, in poco meno di nove giorni. Che poi il cotone con quel freddo non è adatto. Quest’altra volta meglio portare la lana. Specie se ci dovessimo tornare anche noi.

Pure gli americani ci stanno ripensando. Capace sarà come a Berlino nel dopoguerra, la parte occidentale e quella comunista. Sulla terra non c’è più la guerra fredda, ma quella dei dazi sì e non solo quella, purtroppo. E comunque sulla Luna, come si è detto, è freddo assai. Conoscendo l’ideologia di Trump e la tradizione dei cinesi, che anche loro quanto a ideologia vanno lasciati stare, ci tireranno su un muro, anzi una grande muraglia che dividerà la parte americana da quella cinese. Poi avvieranno trattative per gli scambi scientifici e commerciali. Il bello è che Trump cercherà di far pagare la sua parte del muro alla Cina con la scusa degli astroprofughi, ma i cinesi non abboccheranno certo e negli Stati Uniti il Senato non sarà d’accordo sulla spesa, non approveranno il bilancio e andranno in shutdown. Molte spese governative non essenziali saranno sospese, tra cui i viaggi spaziali. Difficile anche per uno come Trump dichiarare lo stato di emergenza nazionale dalla Luna alla Terra, in modo da bypassare l'opposizione del Congresso. Ma alla fine ci riuscirà. Lo scambio sarà con i Dreamers, i giovani profughi senza permesso sul suolo americano, figli di migranti irregolari. Dreamers alla lettera significa sognatori, sognavano un nuovo mondo, sulla Luna è perfetto: andranno lassù con passaporto americano. Nel frattempo l’economia della Cina subirà un forte rallentamento e sulla Luna resteranno pochi superstiti umani: sognatori e comunisti. E la Grande Muraglia Lunare. E, se poi il cotone cresce, tutti a raccoglierlo nei campi sotto le serre lunari, dall’alba al tramonto della Terra, cantando Blue Moon. Un blues. Buona domenica e buona fortuna.

Pontedera, 27 Gennaio 2019

.

Libero Venturi

Articoli dal Blog “Pensieri della domenica” di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Politica